Progetto MONTEBELLUNA -
Come cvreare una scarpa da trail?

Una scarpa è il prodotto più importante per un corridore, essendo l'unico punto di contatto tra il corpo e il suolo. Il comfort non è quindi un'opzione, proprio come il dinamismo, necessario per rispondere con decisione ad ogni cambio di direzione.

Quali sono i criteri principali nella scelta di una scarpa da trail? Quanti chilometri ti piace correre? Su che tipo di terreno?

A RaidLight ci siamo posti tutte queste domande e così abbiamo iniziato un progetto biennale per sviluppare 4 modelli differenti, adatti a differenti pratiche, terreni e abitudini di corsa.

MIGLIAIA DI CHILOMETRI COMBINATI CON ANNI DI COMPETENZA DI MONTBELLUNA

CREATI IN ITALIA, TESTATI SULLE ALPI

Le nostre scarpe sono state progettate nello stabilimento Lange di Montebelluna, situato a un'ora dalle Dolomiti, noto come luogo emblematico per lo sviluppo delle calzature.

Al fine di scegliere i migliori materiali possibili, le scarpe sono state testate nel nostro R&D con: prova di abrasione, prova di Martindale e test di trazione.

Queste sono le fasi più importanti del processo di sviluppo, che permettono a tutto il team di studiare ogni particolari e le caratteristiche della scarpa: dall'ultima settore alla tomaia, traspirabilità, dinamismo, capacità di trazione ... Questo processo ci permette anche di apportare più tecnicità sulle nostre suole, con un livello superiore di grip e durata.

Comprendere le esigenze dei trail runner è stato possibile grazie a tutto il team ma anche alle scansioni 3D disponibili nella nostra sede, che ha analizzato migliaia di piedi per trovare la forma perfetta.

Per questa collezione sono stati sviluppati 4 diversi prototipi che poi sono stati testati dai membri del team RaidLight ma anche dal nostro Team Elite come Christophe le saux e Nathalie Mauclair.

FASI DI CREAZIONE:


1

In primo luogo, il team ha lavorato alla fine. Possiamo descriverlo come il DNA della scarpa, definire la forma e la calzata del modello (ad esempio la Revolutiv ha una forma fatta per piedi regolari, focalizzata sulla precisione per ottimizzare la versatilità su diversi tipi di terreni, quando l'Ultra ha una forma più ampia e progettata per migliorare il comfort sulle lunghe distanze.)

2

Il secondo passaggio riguarda la composizione per l'intersuola e la suola che può essere composta da EVA iniettata (sul nostro Responsiv Ultra ad esempio) o compressa (come sugli altri modelli). Partendo da una resina, abbiamo sviluppato gli stampi, tratti dai disegni realizzati dai nostri tecnici.

3

La tecnologia Sensor 3 è un concetto sviluppato dal gruppo Rossignol per migliorare il supporto e il comfort del piede. È una piastra di diversa densità, con 3 zone di ammortizzazione distinte sui punti di base del piede. Questo fornisce risparmio energetico e comfort durante l'utilizzo. Questa tecnologia è disponibile su tutte e 3 i modelli, per soddisfare al meglio le aspettative dei corridori:

dinamismo, velocità, leggerezza e confort.

4

Un team di sarti sono completamente dedicati allo sviluppo della tomaia dell'intera collezione di scarpe. I materiali sono scelti attraverso la competenza dei nostri team e dei nostri vari partner, questo ci permette di progettare e sviluppare diverse tomaie in base alle esigenze di ogni individuo.
Una volta completati tutti questi passaggi, tutte le informazioni vengono inviate ai nostri partner in modo che possano sviluppare gli stampi (uno per dimensione) e i primi prototipi che verranno adeguati a seguito del feedback dei test.

ESISTONO 2 TIPI DI TEST:

- Test in laboratorio
- Test sul campo

Durante i test di laboratorio, il team si concentra sulla flessione e sui segni di usura dell'intersuola e della suola, riscaldando e raffreddando le scarpe con temperature estreme o addirittura simulando una falcata centinaia di volte per studiare i punti di rottura e le reazioni dei materiali. La priorità è guardare al grip, al dinamismo e all'usura.

Grazie ai test sul campo, il team può studiare come la scarpa si adatta al piede, come reagiscono i materiali in un ambiente "reale", a seconda dei diversi tipi di terreno e delle condizioni meteorologiche. In totale, più di 50 trail runner di tutti i livelli hanno testato la collezione.

Dopo questi test c'è quindi una fase di aggiustamento prima di avviare la produzione, che generalmente richiede 3 mesi prima di essere completata.

Dopo più di due anni di sviluppo e lavoro, RaidLight offre 4 modelli adattati a diverse pratiche, corse e tipi di terreno.