Come scendere nei trail?

Che tu sia un trail runner principiante, medio o esperto, approfitta dei nostri consigli per iniziare bene un trail!

Prima di tutto, non dimenticare che dopo lo sforzo è comfort. Le colline che scalerai ti offriranno, una dopo l'altra, nuovi paesaggi e nuove prospettive. Devi avere ancora lucidità per poterlo apprezzare! Ricorda che lo sforzo in un trail è importante, lungo e va quindi gestito, con l'ideale di avere la stessa velocità nell'ultima salita come nella prima.

POSIZIONAMENTO, GESTUALITA'

La salita è spesso una fase di notevole impegno, la discesa può avvenire anche se non si adotta una posizione ottimale. Per questo è necessario accettare di andare avanti e soprattutto a valle. Le braccia fungeranno da bilanciatori.

LIMITI
- Barriera psicologica
- Guadagno di velocità da gestire

< forte> BENEFICI

- Posizionamento ottimale del baricentro
- Notevole risparmio energetico
- Limitazione degli urti
- Evita di scivolare all'indietro, sui talloni

Come puoi vedere, andare oltre i tuoi limiti e la tua apprensione in discesa è molto più vantaggioso che rimanere nella tua zona di comfort.

L'opinione di Nathalie MAUCLAIR: Non dovresti aver paura di spingere. “Personalmente cerco di visualizzarmi perpendicolare al pendio. Ci vuole impegno, ma nel tempo trovi piacere e soprattutto efficienza! ».

Come spiegato nella prima parte dell'articolo, il tuo paio di bastoncini da trail o da corsa ti sarà sempre utile, anche in discesa. Sebbene in questa fase della gara il loro utilizzo non sempre sembri naturale, permettono di offrire un supporto aggiuntivo. Tuttavia, non esiste una ricetta valida per tutti, quindi sta a te allenarti con e senza bastoncini per scegliere quello che fa per te (non dimenticare il fattore di efficienza nella tua scelta!).

Per chi non è convinto, è ancora più importante avere bastoncini pieghevoli o telescopici, in modo che possano essere riposti nello zaino da corsa. Scopri la nostra gamma di zaini da trail adattate alle tue esigenze.

Il consiglio di Nathalie MAUCLAIR: considera che i tuoi bastoncini da corsa sono solo un'estensione del tuo braccio. “Prima temevo le discese con i miei bastoncini. Appena arrivato in cima, ho dovuto mettere i bastoncini nello zaino per avere le mani libere in caso di caduta in discesa. Adesso è diverso. Ho acquisito fiducia e ho capito che tenere i bastoncini su certe discese mi permette di essere più veloce ed efficiente. ”

Il relax è il punto chiave per una buona discesa trail. Ovviamente c'è una certa barriera psicologica alla paura di cadere. Se questo è il tuo caso, non preoccuparti, funzionerà! Una volta superata la barriera psicologica, acquisirai sicurezza e inizierai un circolo virtuoso. Infatti scendere in fase di rilascio consente di risparmiare molte energie, per riprendere una buona respirazione, per limitare gli urti, e soprattutto per reagire meglio in caso di ostacolo.

Il consiglio di Nathalie MAUCLAIR: Il lavoro sull'ipnosi può essere interessante. L'ipnosi può aiutarti a imparare a padroneggiare la discesa, mentalmente, e quindi acquisire sicurezza e padroneggiare la discesa fisicamente. Mettiti nei panni di un camoscio!

in termini di ritmo e dimensione dei passaggi da adottare in discesa è molto ancora una volta. Alcune persone preferiranno piccoli passi veloci mentre altri preferiranno passi grandi senza trattenersi (sempre alla ricerca di relax). In ogni caso, devi adattarlo alla pendenza e al terreno su cui stai operando.

L'opinione di Nathalie Mauclair: "Adatto il mio passo a seconda della pendenza, il mio stato di freschezza, cercando di salvarmi. Qualunque passo facciano tutti, l'errore maggiore sarebbe quello di correre appoggiando i tacchi dove il rischio di scivolare è alto ". Non lo diremmo mai abbastanza!

IL MOMENTO TECNICO-TATTICO


< / p>

Il posizionamento fisico è una cosa, ma anche guardare in discesa è molto importante. Come in molti sport di velocità o anche durante la guida, l'anticipazione è tutto. Non concentrarti sui tuoi piedi (anche il paesaggio è sicuramente più bello dei tuoi piedi ..) e guarda avanti. Una buona anticipazione ti permetterà di correre più serenamente, facilitando il rilassamento e in definitiva ti permetterà anche di essere più veloce.


L'opinione di Nathalie Mauclair: "La fiducia in se stessi è un fattore molto influente per la discesa". Per allenarti, pratica gli sport di discesa (mountain bike, sci alpino, ecc.). Queste pratiche ti permettono di imparare a comprendere rapidamente il tuo ambiente e sviluppare la tua anticipazione.

Mentre ti eserciti, noterai che la discesa non è riposante. Questa è davvero un'arma a doppio taglio. Finché sarete bloccati dalla barriera psicologica, la discesa rimarrà un esercizio impegnativo sia fisicamente che mentalmente, richiedendo molte energie. Sarai più incline a traumatizzare i muscoli delle cosce, le articolazioni, a logorare la tua lucidità e la tua concentrazione (mentre qualsiasi trail runner sa quanto sia importante l'aspetto mentale nello sforzo).

Non appena riuscirai a superare questa barriera e liberarti, si abbasseranno i battiti cardiaci, si rilasseranno i muscoli della coscia e soprattutto aumenterà il tuo piacere. Una volta eliminato questo blocco, potrai sfruttare le discese per rilassarti, riprenderti e perché no fare rifornimento.

PREPARAZIONE


. Il posizionamento fisico è una cosa, ma anche guardare in discesa è molto importante. Come in molti sport di velocità o anche durante la guida, l'anticipazione è tutto. Non concentrarti sui tuoi piedi (anche il paesaggio è sicuramente più bello dei tuoi piedi ..) e guarda avanti. Una buona anticipazione ti permetterà di correre più serenamente, facilitando il rilassamento e in definitiva ti permetterà anche di essere più veloce.


ALLENAMENTI SPECIFICI
- Cerca di andare veloce, molto veloce su tratti poco tecnici.
- Impara a scendere al tuo ritmo in ambienti particolari: pietre, radici, pioggia ...
- Su terreno neutro: fai da 3 a 5 volte 100D- a tutta velocità, poi risali a passo sostenuto.

ALLENAMENTO TIPICO
- 500D+ veloce e 500D- ad alta velocità
Obiettivo: spezzare le fibre in modo che vengano ricostruite più solidamente.

ALLENAMENTO DI NATHALIE MAUCLAIR
- Lavoro frazionario con velocità in discesa, stando attendo al cronometro
- Utlizzo la mountain bike.

IL CONSIGLIO DI NATHALIE MAUCLAIR PER UNA BELLA DISCESA TRAIL

Il rilassamento è essenziale. Per fare ciò, guarda lontano in modo da vedere chiaramente il terreno. Sviluppa la tua autostima, non trascurare l'allenamento in discesa perché non è così facile!

"Mi piace molto considerare l'approccio psicologico per migliorare nel trail running e sviluppare la mia fiducia. Provando a giocare con la pendenzaa, accresco il mio piacere e le mie prestazioni "